IV appuntamento Lectio Divina 2020/2021

 

 

Vino nuovo in otri nuovi

Matteo e la casa di Gesù (Mt 9, 9-17)

 

Suggerimenti per la celebrazione

L'essere a casa invece che nella abituale collocazione della chiesa, non significa necessariamente una celebrazione informale, "di serie B". Sta a noi fare in modo che il clima sia appropriato e la Parola sia al centro della nostra attenzione.
Suggeriamo di spegnere i cellulari, trovare un luogo dove raccogliersi magari coinvolgendo tutta la famiglia.
Può essere bello mettere in luogo visibile una Bibbia o un Vangelo con davanti una candela accesa e avere bene nella mente e nel cuore che anche altri in quel momento saranno spiritualmente uniti a noi nel vivere questo momento di preghiera.
Gesù stesso ce lo ha detto: "Dove due o tre sono riuniti nel mio nome, io sarò con loro, pregherò con loro".

Per chi non ha ancora il libretto per la celebrazione (può essere richiesto scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) riportiamo qui tutti i testi.

Per raccogliersi ed entrare nel clima di preghiera è possibile fare qualche istante di silenzio e lasciarsi introdurre dal canto

Dove due o tre (Canto di beatitudine)

 

G: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

G: Invochiamo insieme lo Spirito Santo perchè apra la nostra mente e il nostro cuore così che possiamo accogliere e comprendere la Sua Parola

Invocazione allo Spirito Santo

Vieni, Santo Spirito,
manda a noi dal cielo un raggio della tua luce.

Vieni, padre dei poveri,
vieni; datore dei doni, vieni, luce dei cuori.

Consolatore perfetto,
ospite dolce dell'anima, dolcissimo sollievo.

Nella fatica, riposo,
nella calura, riparo, nel pianto, conforto.

O luce beatissima,
invadi nell'intimo il cuore dei tuoi fedeli.

Senza la tua forza,
nulla è nell'uomo, nulla senza colpa.

Lava ciò che è sordido,
bagna ciò che è arido, sana ciò che sanguina.

Piega ciò che è rigido,
scalda ciò che è gelido, raddrizza ciò ch'è sviato.

Dona ai tuoi fedeli
che solo in te confidano i tuoi santi doni.

Dona virtù e premio,
dona morte santa, dona gioia eterna. Amen. 

G: Preghiamo.
    Donaci, Signore, l'umiltà e la docilità di cuore perchè accettiamo e impariamo a lasciarci  guidare con fiducia e con amore dalla tua Parola.
    Lo chiediamo a te che vivi e regni nei secoli dei secoli.

Amen

 

In ascolto della Parola

L: Lettura del Vangelo secondo Matteo  (Mt. 9, 9-17)

9Andando via di là, Gesù vide un uomo, chiamato Matteo, seduto al banco delle imposte, e gli disse: "Seguimi". Ed egli si alzò e lo seguì.
10Mentre sedeva a tavola nella casa, sopraggiunsero molti pubblicani e peccatori e se ne stavano a tavola con Gesù e con i suoi discepoli. 11 Vedendo ciò, i farisei dicevano ai suoi discepoli: "Come mai il vostro maestro mangia insieme ai pubblicani e ai peccatori?". 12 Udito questo, disse: "Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati. 13Andate a imparare che cosa vuol dire: Misericordia io voglio e non sacrifici . Io non sono venuto infatti a chiamare i giusti, ma i peccatori".
14Allora gli si avvicinarono i discepoli di Giovanni e gli dissero: "Perché noi e i farisei digiuniamo molte volte, mentre i tuoi discepoli non digiunano?". 15E Gesù disse loro: "Possono forse gli invitati a nozze essere in lutto finché lo sposo è con loro? Ma verranno giorni quando lo sposo sarà loro tolto, e allora digiuneranno. 16 Nessuno mette un pezzo di stoffa grezza su un vestito vecchio, perché il rattoppo porta via qualcosa dal vestito e lo strappo diventa peggiore. 17 Né si versa vino nuovo in otri vecchi, altrimenti si spaccano gli otri e il vino si spande e gli otri vanno perduti. Ma si versa vino nuovo in otri nuovi, e così l'uno e gli altri si conservano".

Proposta di lectio

==> Video-Lectio di don Matteo Panzeri <==

 

Prendiamoci qualche minuto, in silenzio, per rileggere il testo alla luce di quanto ci ha offerto don Matteo prima di ascoltare alcuni suoi spunti di meditazione e di attualizzazione di questo brano

 

Spunti e tempo di meditatio

==>  Video con gli spunti di meditazione di don Matteo <==

 

Tempo di silenzio per riflettere e lasciarci interrogare da quanto ascoltato

Se scaturisce qualche intenzione di preghiera è possibile inviarla all'indirizzo     Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

A conclusione del silenzio è possibile far diventare la preghiera canto

Video - Beati i misericordiosi

 

Al termine preghiamo con le parole del Salmo 113

Lodate, servi del Signore,
lodate il nome del Signore.

Sia benedetto il nome del Signore,
da ora e per sempre.
Dal sorgere del sole al suo tramonto
sia lodato il nome del Signore.

Su tutte le genti eccelso è il Signore,
più alta dei cieli è la sua gloria.
Chi è come il Signore, nostro Dio,
che siede nell'alto

e si china a guardare
sui cieli e sulla terra?
Solleva dalla polvere il debole,
dall'immondizia rialza il povero,
 
per farlo sedere tra i prìncipi,
tra i prìncipi del suo popolo.
Fa abitare nella casa la sterile,
come madre gioiosa di figli.
Alleluia.

Gloria al Padre...

Tempo per l'oratio

G: La tua chiamata, Signore Gesù, è irresistibile; desideriamo essere tuoi discepoli.

T: Sì, vogliamo essere pronti; aiutaci a prestare attenzione al tuo volere.

L: Spesso ci viene la tentazione di essere una comunità chiusa, non disponibile a chi è diverso da noi.

T: Facci capire, o SIgnore, la necessità di aprirci a tutti, specialmente ai più bisognosi.

L: Siamo coscienti che non sempre le cose vanno nel verso giusto: aiutaci, quando vengono i momenti difficili, a cercare il tuo volto.

T: Il tuo volto cerchiamo con insistenza; non abbandonarci, Signore.

L: Donaci, Signore, di rinnovarci, di essere pronti ad accoglierti.

T: Desideriamo un cuore di carne, uno spirito di miserircordia, una fede salda in te.

 

Potete inviare eventuali preghiere scaturite dalla riflessione di oggi all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • Signore, aiutami a lasciare il posto del fariseo, che sentendosi a posto, giudica e disprezza coloro che sono a tavola con Te per andare ad occupare la sedia rimasta vuota. Allora incontrerò il tuo sguardo di amore sulle mie numerose contraddizioni e troverò il coraggio per abbandonarmi a te e ricevere il tuo perdono.
  • Signore, aiutami a stare in contatto con te e a far rientrare Gesù in tutti i momenti della mia vita.
  •  
    Signore, permettimi di cogliere le occasioni che mi capitano e di non aver paura di osare. 
  • Signore, fammi leggere gli avvenimenti con gli occhi della fede. Fammi vivere prestando attenzione a quello che succede intorno a me. 
  • Signore, sostieni  tutti gli imprenditori e i responsabili di impresa. In questo momento difficile porta serenità nei cuori e nelle famiglie. 
     

*** In corso di aggiornamento ***

 

G: Il Signore ci ha donato la sua Parola. Accogliamola con gioia e lasciamoci plasmare da essa. La nostra comunione si rafforzi e ci renda tutti testimoni vivi e credibili del Vangelo, attori di speranza nelle nostre case e sulle strade che percorriamo ogni giorno.

Ascoltiamo qualche suggerimento per attenzioni e gesti da custodire in questo mese

 

 ==>  Video - Actio di don Matteo <==

 

G: Sia la Parola di Dio lampada per i nostri passi e luce sul nostro cammino.

T: Sia la Parola di Dio lampada per i nostri passi e luce sul nostro cammino. Amen

Padre nostro...

G: Il Signore ci  benedica e ci custodisca. Amen

Nel nome del Padre...

 

 Per concludere....

Un grazie davvero di cuore a don Matteo Panzeri che,
seppur convalescente dopo il ricovero causa Covid,
ci ha voluto accompagnare anche in questa tappa.
Che il Signore continui a offrire a lui,
e alle tante altre vittime della pandemia,
una pronta e completa guarigione.
A lui in particolare
accenda ancor di più
la passione e la gioia nell'offrire e spezzare
la Sua Parola a chi incrocia i suoi passi.

 

Arrivederci alla prossima... 5 febbraio 2021

Buon mese della pace!!!